Nonluoghi SocialMente Nel presente con Alex Langer

Nel presente con Alex Langer

La voce di Alex Langer, a vent’anni dalla morte, riproposta a Radio Cooperativa, nella rubrica bellunese Voci dalle Dolomiti.
In scaletta alcune registrazioni d’archivio di interventi e interviste con il politico e intellettuale sudtirolese, esponente di primo piano in Europa della nuova sinistra, dell’ecologismo, della nonviolenza.

Del pensiero originale e profondo di Alex Langer, da molti ostacolato in vita e poi negletto, specie nel suo Sudtirolo, riascolteremo alcune riflessioni sui seguenti temi: il percorso dei movimenti ambientalisti (1985); il rapporto fra gli ecologisti (i verdi) e gli operai (1986); i rischi derivanti dal dominio della Lega Nord nell’Italia settentrionale (1993); il rifiuto politico di accettare il contestato censimento etnico in Alto Adige e la conseguente sottrazione della possibilità per Alex Langer di partecipare alle elezioni amministrative a Bolzano (maggio 1995, due mesi prima di lasciarci, il 3 luglio, sulle colline sopra Firenze, invitandoci a non essere tristi e a continuare in ciò che era giusto).

Qui un’intervista di Zenone Sovilla a Alex Langer, a Strasburgo, nel febbraio 1995.

LA VOCE DI ALEX LANGER DALL’ARCHIVIO DI RADIO RADICALE

– I movimenti ambientalisti, Roma 20 febbraio 1985

– Censimento etnico in Alto Adige, intervista del 2 settembre 1987

Voci dalle Dolomiti si ascolta in FM e anche in streaming a www.radiocooperativa.org; i podcast poi si trovano anche a www.bellunopop.it

nonluoghi

nonluoghi

Questo sito nacque alla fine del 1999 con l'obiettivo di offrire un contributo alla riflessione sulla crisi della democrazia rappresentativa e sul ruolo dei mass media nei processi di emancipazione culturale, economica e sociale. Per alcuni anni Nonluoghi è stato anche una piccola casa editrice sulla cui attività, conclusasi nel 2006, si trovano informazioni e materiali in queste pagine Web.

More Posts

ARTICOLI CORRELATI

Migranti: il decreto Salvini colpisce l’accoglienza intelligente e provocherà problemi nei comuniMigranti: il decreto Salvini colpisce l’accoglienza intelligente e provocherà problemi nei comuni

Il decreto (in)sicurezza per il cambiamento. Perché c’è chi sull’insicurezza “percepita” costruisce facilmente patrimoni politici. Sul tema immigrazione (impropriamente assimilata dal governo alla questione criminalità) smantellare il sistema di accoglienza

Clima e aria avvelenata: che dire di chi ora simpatizza a parole con i giovani in piazza ma per decenni ha tradito (e offeso) gli ecologisti?Clima e aria avvelenata: che dire di chi ora simpatizza a parole con i giovani in piazza ma per decenni ha tradito (e offeso) gli ecologisti?

Piccola premessa: persiste nella politica e nella tecnocrazia una vasta schiera di decisori che da decenni minimizzano e banalizzano la questione ecologica, soavemente supportati dal controcanto di numerosi opinionisti. nonluoghiQuesto