di Fabio Galluccio
4 -18 aprile: Sempre più difficile la situazione del governo italiano in Iraq. Quattro ostaggi italiani catturati dalle forze irachene. Uno ucciso, poche ore dopo la cattura. Frattini a “Porta porta”, pur sapendo che uno dei quattro era stato ucciso, nega e ammette la morte solo dopo parecchi minuti dall’inizio della trasmissione. La famiglia apprende dell’assassinio del proprio congiunto dalla televisione. Le opposizioni chiedono le dimissioni di Frattini. Gustavo Selva di AN e alcuni esponenti di Forza Italia chiedono la censura televisiva: non vogliono che i giornalisti dl TG nel leggere i comunicati iracheni pronuncino la parola “resistenza irachena”. Il cavaliere e Fini si trovavano in vacanza.
Il Capo dello Stato preme per una risoluzione ONU e chiede che i nostri soldati non partecipino ad azioni di guerra.

Sempre calda la situazione dell’ordine pubblico in Italia. Attentato contro un traliccio Enel (ecoterroristi?). Un gioielliere a Milano spara contro un rapitore. La Lega fa una fiaccolata per affermare la “giustizia fai da te”. Castelli vuole ampliare il concetto di legittima difesa. Insomma il Bronx come ideale di giustizia.

A Roma rapitore uccide un tabaccaio.
Fanno tragicamente sorridere i manifesti del cavaliere che ci dice che l’Italia è più sicura. -17% di furti nelle case. Manifesti peraltro cambiati di corsa sostituendo il simbolo casa delle Libertà con Forza italia.

Situazione economica sempre più tragica. L’Alitalia dichiara 1000 esuberi. L’UE ci riprende per i nostri conti economici. Il cavaliere parla riferendosi a Bruxelles di “lumaconi e persone inadeguate”. La UE replica “i numeri sono oggettivi”. Potere d’acquisto: l’ Italia ultima in Europa. In sei anni i salari reali in aumento in tutta Europa tranne che da noi. Bankitalia certifica il crollo dei redditi: in due anni perso l’1,8%. Entrate fiscali in caduta libera.

Le vere cifre della grandi opere del cavaliere sono la metà di quanto dichiara nei suoi manifesti Berlusconi (43 mila miliardi invece di 93 mila vecchie lire). Il cavaliere inaugura un cantiere autostrdale già inaugurato altre quattro volte. Ancora una volta il cavaliere da solo con Lunardi a “Porta a Porta” senza contraddittorio sulle grandi opere.
Petruccioli presidente della Commissione della vigilanza sull’informazione scrive a Vespa: ” Voglio comunicarle direttamente e pubblicamente il mio sconcerto, la mia preoccupazione e la mia ripulsa per lo svolgimento della trasmissione…”. Fortunatamente l’audience TV quando c’è il cavaliere precipita. La Norvegia riammette al festival internazionale, nonostante le pressioni del governo italiano, il documentario su Berlusconi realizzato dalla televisone amercana Pbs.

La Prestigiacomo dopo il primo fascicolo dell’8 marzo sulle donne illustri italiane dove c’erano Claretta Petacci e Rachele Mussolini, rimanda la pubblicazione, speriamo per sempre, degli altri due fascicoli.

Ciampi chiede il fascicolo a Castelli per la grazia a Sofri: AN e Lega contro il presidente della Repubblica. Pannella inizia lo sciopero della sete per ridare i al capo dell Stato la possibilità di dare la grazia, così come previsto dalla Costituzione. Dopo un incontro con il cavaliere ritorna sui suoi passi.

Picchetti della Lega contro l’invio dei rifiuti del Sud per gli inceneritori ubicati nel Nord Italia.
Nella riunione UE sul problema delle scorie nucleare, invece che dal governo (Matteoli) siamo rappresentati da una società: la Sogin.
Centomila in piazza a Roma per l’Africa e per la pace.

Addio a Cesare Garboli, grande critico letterario e letterato lui stesso. Lo ricordo con i primi due versi di una sua poesia intitolata “Il Bosco”: Il Quattrocento l’ho pensato sempre un gran bosco dagli alberi di ruggine”.

nonluoghi

nonluoghi

Questo sito nacque alla fine del 1999 con l'obiettivo di offrire un contributo alla riflessione sulla crisi della democrazia rappresentativa e sul ruolo dei mass media nei processi di emancipazione culturale, economica e sociale. Per alcuni anni Nonluoghi è stato anche una piccola casa editrice sulla cui attività, conclusasi nel 2006, si trovano informazioni e materiali in queste pagine Web.

More Posts

nonluoghi

Questo sito nacque alla fine del 1999 con l'obiettivo di offrire un contributo alla riflessione sulla crisi della democrazia rappresentativa e sul ruolo dei mass media nei processi di emancipazione culturale, economica e sociale. Per alcuni anni Nonluoghi è stato anche una piccola casa editrice sulla cui attività, conclusasi nel 2006, si trovano informazioni e materiali in queste pagine Web.